Vai al contenuto
Home » Articoli » Squinzi/Ceribelli e la chimica sostenibile per le costruzioni

Squinzi/Ceribelli e la chimica sostenibile per le costruzioni

Partecipano Marco Squinzi della MAPEI S.p.A e Mario Ceribelli della Covestro SRL.
L’intervento, che fa parte della collana di interventi del padiglione del Fidec dedicato all’ Osservatorio del Cambiamento, ha come titolo “La chimica sostenibile per le costruzioni”.

Squinzi/Ceribelli e la chimica sostenibile per le costruzioni

Una sostenibilità che sia reale: impatto e durata dei materiali

Inizia Squinzi con un contributo che ha come temi i materiali per il futuro, l’EPD (Environmental Product Declaration), la sostenibilità e il problema del greenwashing.
La sostenibilità deve essere reale, e va fatto un LCA (Life Cycle Assessment), per capire, ad esempio, se un fazzoletto di stoffa è davvero più ecologico di un fazzoletto di carta o plastificato. L’impatto e la durata vanno valutati entrambi.

[continua a leggere]

 

Squinzi/Ceribelli e la chimica sostenibile per le costruzioni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: